lunedì 5 ottobre 2009

ROTOLO DI TACCHINO PER INAUGURARE L'AUTUNNO

anche se non fa ancora freddo (a proposito... non è ora che arrivino le giornatine fredde e uggiose di questa stagione??? basta con il caldo!!) ho preparato una gustosa ricetta presa da un Sale&Pepe di ottobre 2008.
si tratta di un arrosto arrotolato di tacchino con un ripieno di stagione ovvero funghi e salsiccia arricchito dalla nota dolce delle nocciole... il tutto irrorato da buona birra...

mmhhhh!!

ok ecco la foto TREMENDA e la ricetta semplicissima


petto di tacchino aperto a libro 600 gr
salsiccia (io avevo della luganica) 200 gr
funghi secchi 40 gr
nocciole tostate e tritate 40 gr
aglio 1 spicchio
birra chiara (Hoeggarden per me) 250 ml
sale e pepe q.b.
timo e rosmarino tritati q.b.
olio evo q.b.
fecola a piacere 1/2 cucchiaio
ammollare i funghi in acqua tiepida, quindi stagliuzzarli in una padella dove andranno rosolati con un filo d'olio, lo spicchio d'aglio tritato, la salsiccia sbriciolata, le nocciole e gli aromi. bagnare con un po' di acqua di vegetazione dei funghi filtrata. assaggiare di sale e pepe.
salare e pepare il tacchino e distribuirvi sopra il ripieno, legarlo per bene arrotolando i lembi e cercando di non fare uscire nulla. rosolare quindi il rotolo nella padella dove è stato cotto il ripieno e sfumare con la birra.
trasferire tutto in una pirofila e cuocere nel forno caldo per 40 minuti a 180°, bagnando ogni tanto con il fondo di cottura e girandolo a metà cottura. prima di tagliare le fette attendere 10 minuti in modo che non si sbriciolino.
io per addensare il sughetto ho rimesso sul fuoco la pirofila in cui l'avevo cotto aggiungendo mezzo cucchiaio di fecola. c'è da fare attenzione perchè gelatinizza subito.... infatti ci ho dato un colpetto con il frullatore ad immersione.....

2 commenti:

  1. era ora che tornaviiiiiiiiii anche qui....

    ;D

    RispondiElimina
  2. taci va là... la pigrizia mi attanaglia...

    RispondiElimina



 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.